protezione-imprenditori-logo
working-pattern-internet-abstract-1089438

Un virus rischia di far chiudere la tua attività. Ecco perché e come difenderti

Condividi questo articolo

Nella giungla dell’imprenditoria, sono molti i pericoli che possono attaccare la tua azienda.

Alcuni sono rari, altri si nascondono dietro a ogni angolo e sono sempre pronti a colpire.

Il rischio di essere vittima di un attacco informatico è forse fra quelli più frequenti. Nonostante questo però, si tratta di uno dei pericoli più sottovalutati.

Del resto, chi mai penserebbe di essere nel mirino di un hacker?

È normale: nell’immaginario comune, se sei un privato o hai una piccola attività è sufficiente un antivirus per evitare problemi. 

Molte persone pensano che siano solamente le grandi aziende ad essere colpite dagli attacchi informatici veri e propri.

Tuttavia, negli ultimi anni sono state proprio le attività che fatturano meno di 2 milioni di euro all’anno ad essere prese di mira dai pirati informatici…

 

La tua attività fattura meno di 2 milioni di euro all’anno? Potresti essere nel mirino di un hacker

 

Purtroppo, negli ultimi anni sembrerebbe proprio che i pirati informatici abbiano deciso di concentrarsi sugli attacchi alle piccole attività.

Il motivo è semplice.

Le aziende grandi, molto spesso, possiedono interi reparti dedicati a prevenire questo tipo di rischi. Di conseguenza, se prendi di mira una multinazionale hai più probabilità che il tuo attacco risulti un fiasco.

Le leggi riguardo gli attacchi informatici sono molto severe. Di conseguenza, se ti beccano passi dei guai belli grossi – che possono andare da multe molto salate, fino al carcere.

Immagina di essere un hacker e di voler attaccare un’azienda per rubarle dei dati e ricattarla.

Se lo fai con una grossa azienda, rischi di essere beccato e finisci in gattabuia.

Ma se attacchi una piccola attività? In questo caso, è estremamente difficile che ti scoprano.

Certo, i soldi che puoi chiedere nel ricatto sono di gran lunga inferiori. È anche vero però che puoi eseguire numerosi attacchi informatici a svariate aziende, sempre con lo stesso virus, senza correre il rischio di essere scoperto.

Ecco perché negli ultimi anni così tante aziende sono state danneggiate dagli hacker.

Pensa che negli Stati Uniti ben il 58% delle piccole imprese ha dichiarato di aver subito almeno un attacco informatico.

In Italia i numeri sono un po’ più bassi, ma secondo Pierguido Iezzi – uno dei maggiori esperti di cybersecurity in Italia – entro pochi anni anche il nostro Paese è destinato a fare una fine simile a quella degli Stati Uniti.

Proprio per questo motivo non dovresti assolutamente sottovalutare il problema di virus e attacchi informatici.

Perché un hacker è capace di far fallire la tua attività.

Un virus ti fa perdere dei dati.

Magari perdi delle informazioni legate alla contabilità. 

Ma all’Agenzia delle Entrate non interessa se la colpa è di un hacker.

Ti mancano dei dati contabili? Ti ritrovi multe da decine di migliaia di euro.

L’hacker divulga delle informazioni sensibili dei tuoi clienti?

Devi risarcirli.

Uno a uno.

Non importa se non è colpa tua e se avevi un antivirus di ultima generazione.

Quando un cliente ti fa causa perché dei suoi dati sono stati rubati, la multa può arrivare anche a centinaia di migliaia di euro. 

E capisci bene che quando sono svariate decine di persone a denunciarti, hai 2 opzioni:

1) O possiedi centinaia e centinaia di migliaia di euro per risarcirli;

2) Oppure ti viene pignorata l’azienda.

Ma un hacker sa bene quali sono i rischi che corri. È consapevole che non puoi permetterti di perdere i tuoi dati informatici.

Ecco che ti ricatta. 

Solo che la somma da consegnargli può comunque arrivare a cifre esorbitanti. Come nel caso della Nayana ad esempio, azienda che è stata ricattata ben ben un milione di euro.

Capisci perché considero così pericoloso non essere protetto dagli attacchi informatici?

Un hacker è capace di distruggere in poche ore quello che tu hai costruito in anni di duro lavoro.

Ecco perché dovresti essere certo di proteggere la tua azienda da pericolosi virus e attacchi informatici.

 

Vuoi evitare che un hacker faccia fallire la tua azienda? Purtroppo, attivare un ottimo antivirus NON è sufficiente

 

Molte persone sono convinte che spendere centinaia di euro in antivirus di ultima generazione sia una mossa vincente per proteggere i propri dati.

Ma purtroppo, non è così.

Al giorno d’oggi, che tu abbia Windows o Mac, poco cambia. Entrambi posseggono un sistema integrato di protezione da virus e malware, buono quasi come i migliori antivirus che trovi sul mercato.

Tuttavia, un antivirus non è sufficiente per fermare un hacker.

Se sono attaccate – spesso con successo – aziende che fatturano miliardi di euro e che possiedono interi “reparti anti-hacker”, capisci bene che un semplice programma non può difendere una piccola azienda dai pirati informatici.

Basti pensare che quasi tutte le aziende che falliscono per via un un attacco informatico possedevano un antivirus di ultima generazione.

Non ti sto dicendo di disattivare il tuo antivirus se ne possiedi uno. Tuttavia, devi essere consapevole che non è in grado di proteggerti realmente da chi fa l’hacker per “mestiere”.

E visto che un attacco informatico può farti chiudere dall’oggi al domani, se ci tieni alla tua azienda dovresti capire come proteggerla da pericoli di questo tipo.

Sicuramente stipulare un’assicurazione informatica può rivelarsi una mossa vincente. Tuttavia, devi tenere bene a mente una cosa fondamentale.

Il mondo informatico evolve alla velocità della luce. Di conseguenza, anno dopo anno, cambiano anche le leggi che lo regolamentano (basta guardare la 2019/881 del Regolamento UE, approvata giusto pochi mesi fa).

E quando le leggi cambiano, anche le assicurazioni devono evolvere. 

Quando un’assicurazione è stata stipulata qualche anno fa, rischia di risultare obsoleta e priva di effetti per via di un cambio di legge.

Ma purtroppo, la maggior parte degli assicuratori spariscono dopo averti venuto una polizza.

Mentre quello di cui avrebbe bisogno la tua azienda sarebbe di un’assicurazione che viene aggiornata di anno in anno.

Solo così puoi essere protetto da virus e attacchi informatici.

Non è un caso infatti che la certificazione “Futuro Senza Sorprese” che ho conseguito, prevede che io aggiorni costantemente i miei clienti su eventuali modifiche da fare all’assicurazione.

Ogni anno, infatti, eseguo un’analisi per scoprire se la tua azienda è ancora protetta o rischia di correre qualche pericolo.

Se vuoi scoprire i rischi che sta correndo la tua azienda al giorno d’oggi – e vuoi proteggerla nel migliore dei modi – ho deciso di offrirti una consulenza.

Sarà gratuita e alla fine non sarai obbligato a sottoscrivere un’assicurazione. Ma grazie ad essa, potrò indicarti la miglior soluzione per difendere la tua azienda da tutti quei rischi che potrebbero mandarla in fallimento.

Se vuoi proteggere la tua azienda e toglierla dal letale mirino di hacker e attacchi informatici, clicca qui e compila il form con i tuoi dati. Ti ricontatterò personalmente entro 24 ore!

Alla sicurezza della tua attività,

Diego Saretta

Condividi questo articolo

Leggi un altro articolo

×